Vai al contenuto

docenti

Alunni Bes, il PDP va concretamente attuato

di Isetta Barsanti Mauceri* Nota a TAR Toscana, sentenza n.192 del 20.02.2024 Con la sentenza n. 192 del 2024 il TAR Toscana ha accolto un ricorso proposto dai genitori di un allievo minore frequentante la seconda classe di un noto liceo classico fiorentino che, all’esito dello scrutinio finale, aveva riportato il giudizio sospeso in tre materie e successivamente, dopo l’estate, all’esito delle prove di verifica,… Leggi tutto »Alunni Bes, il PDP va concretamente attuato

Carta docenti e “supplenze brevi”: spunti di riflessione alla luce degli ultimi interventi della CGUE e della Cassazione

Di Francesco Orecchioni Corte di Giustizia Europea, causa  C – 270/22, sentenza del 30.11.2023 Corte di Cassazione, sentenza n. 29961/2023. La sentenza n. 29961/2023 con cui la Cassazione ha affrontato la problematica della carta docente ha lasciato aperti alcuni interrogativi. La Corte ha ritenuto che il beneficio si sostanzi in un bonus annuale “per anno scolastico”. Ai fini della “comparabilità”, la Cassazione si è posta… Leggi tutto »Carta docenti e “supplenze brevi”: spunti di riflessione alla luce degli ultimi interventi della CGUE e della Cassazione

Carta del docente, ai precari spetta indipendentemente dall’orario svolto

Di Isetta Barsanti Mauceri Con due recenti sentenze: Tribunale di Bologna del 09.01.2024 e Tribunale di Massa n. 6 del 12.01.2024, i giudici del lavoro hanno preso posizione sul riconoscimento del diritto del beneficio della cd. Carta Docente anche a favore dei docenti a tempo determinato indipendentemente dall’orario svolto. Entrambe le pronunce affermano, infatti, come il beneficio di cui alla L. 107/2015 dapprima negato ai docenti… Leggi tutto »Carta del docente, ai precari spetta indipendentemente dall’orario svolto

Ricostruzione di carriera personale docente: un nuovo intervento della Corte Europea. Le ripercussioni della pronuncia sulle altre questioni aperte a livello nazionale, in particolare in  ordine alla “Carta Docenti”

Di Francesco Orecchioni Corte di Giustizia Europea, causa  C – 270/22, sentenza del 30.11.2023. Contrasto tra normativa nazionale sul riconoscimento dell’anzianità di servizio del personale precario della scuola e la clausola 4 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato (Direttiva 1999/70/CE).  Sussistenza. Riconoscimento del servizio sulla base della durata del rapporto di lavoro, senza considerare la quantità di lavoro prestata. Rinvenibilità di una “discriminazione alla… Leggi tutto »Ricostruzione di carriera personale docente: un nuovo intervento della Corte Europea. Le ripercussioni della pronuncia sulle altre questioni aperte a livello nazionale, in particolare in  ordine alla “Carta Docenti”

Insegnanti di religione cattolica, no alla reiterazione dei contratti a termine

Nota a Tribunale Torino, sentenza n.2147 del 30.11.2023, di R. Carapelle. Il Tribunale di Torino nella sentenza 2147/2023, qui commentata, richiamandosi a precedenti della Cassazione, ha ritenuto di liquidare ad un docente di religione cattolica precario che ha svolto ininterrottamente il sevizio dal 01/09/2017 al 31/08/2023 il danno da abusiva reiterazione di contratti a termine nella misura pari a 3,5 mensilità della retribuzione di fatto… Leggi tutto »Insegnanti di religione cattolica, no alla reiterazione dei contratti a termine

Il Ministero non può contestare la mancanza di un esame dopo tanti anni

Di Francesco Orecchioni Consiglio di Stato, n. 9488 del 3 novembre 2023. Irregolarità titolo di studio procedura concorsuale per l’accesso ai ruoli personale docente. Acquiescenza dell’Amministrazione per oltre dieci anni. Conseguenze. Sanabilià dell’irregolarità in forza dell’esperienza maturata. Sussistenza. Principio del legittimo affidamento in forza di univoco comportamento dell’Amministrazione protrattosi nel tempo. Sussistenza, Mendacio per aver dichiarato di essere in possesso di titolo idoneo. Esclusione. L’annotata… Leggi tutto »Il Ministero non può contestare la mancanza di un esame dopo tanti anni

Pubblico impiego: lo straordinario va sempre pagato. Anche in assenza di una formale autorizzazione

Di Francesco Orecchioni Cassazione civile sez. lav., 03/10/ 2023, n. 27878 Importante precisazione della Corte sulla vexata quaestio della retribuibilità delle ore di straordinario nel pubblico impiego. Com’è noto, la giurisprudenza è sempre stata molto rigorosa in ordine al diritto al pagamento dello “straordinario”, in particolare nel caso di rapporto di pubblico impiego. Oltre ovviamente alla prova di aver svolto l’attività, la giurisprudenza richiede anche… Leggi tutto »Pubblico impiego: lo straordinario va sempre pagato. Anche in assenza di una formale autorizzazione

Il Consiglio di Stato annulla la nota sul depennamento da tutte le graduatorie dei docenti assunti con riserva

Di Francesco Orecchioni Consiglio di Stato, sentenza n. 4555/2023 Art.399, comma 3-bis D.Lgs. n.297/1994. Applicabilità nei confronti dei diplomati magistrali iscritti con riserva nelle G.A.E. Esclusione. Nota MPI n.24335 11 agosto 2020. Contrasto con l’art. 339 D.Lgs. n.297/1994 e con l’O.M. n.60/2020. Sussistenza. Nota MPI n.24335 11 agosto 2020. Illegittimità. Sussiste. *** Confermando la sentenza del Tar n. 2507/2021, il Consiglio di Stato ha dichiarato l’illegittimità… Leggi tutto »Il Consiglio di Stato annulla la nota sul depennamento da tutte le graduatorie dei docenti assunti con riserva

avvocato

Titoli all’estero conseguiti in Spagna: l’obbligo del Ministero di valutare l’istanza di riconoscimento del titolo sulla scorta dei principi dell’Adunanza plenaria

Avv. Anna Chiara Vimborsati Avv. Gianluigi Giannuzzi Cardone Nota Ordinanza Cautelare Tar Lazio-Roma sez. IV bis n. 1904/2023 del 6/4/2023. Per mezzo dell’ordinanza in commento, in accoglimento della richiesta misura cautelare, il Tar Lazio-Roma sez. IV bis ha accolto il ricorso proposto da un docente in possesso di un titolo conseguito in Spagna avverso il diniego di riconoscimento del titolo disposto da parte del Ministero… Leggi tutto »Titoli all’estero conseguiti in Spagna: l’obbligo del Ministero di valutare l’istanza di riconoscimento del titolo sulla scorta dei principi dell’Adunanza plenaria

Incarichi da Gps: interessante principio affermato in punto di coesistenza del diritto di riserva dei posti e di preferenza nella scelta della sede

Avv. Salvatore Spataro Con Ordinanza collegiale depositata il 4.4.2023 il Tribunale di Caltanissetta, sezione lavoro, confermando l’ordinanza monocratica già favorevole alla lavoratrice, è ritornato su una importante affermazione di diritto in punto di esatta valenza del contemporaneo diritto alla nomina sulla riserva dei posti ed alla preferenza nella scelta della sede. IL CASO: una docente, inserita in GPS presso la provincia di Caltanissetta-Enna, si trovava… Leggi tutto »Incarichi da Gps: interessante principio affermato in punto di coesistenza del diritto di riserva dei posti e di preferenza nella scelta della sede